Weekend sull'Etna con i bambini

Il vulcano più grande d’Europa, buon cibo e ottima compagnia. Ecco gli ingredienti perfetti un weekend in Sicilia con i bambini.

Abbiamo trascorso due giorni vicino l’Etna con un gruppo di amici. Ovviamente il piccolo Samuele era con noi e per la prima volta anche lui aveva la giusta compagnia grazie alla presenza di altri due bimbi. Il weekend è stato fantastico, mamme e papà si sono rilassati e i piccoli erano felicissimi, ma vi racconto tutto con ordine.

Siamo arrivati a Zafferana Etnea il sabato all’ora di pranzo. Il luogo di incontro con tutta la comitiva è stato il ristorante Gli Aragona. Pensavamo di fare un pranzetto veloce e frugale, ma come resistere a questi funghi?

Abbiamo mangiato benissimo e il servizio è stato ottimo, hanno risposto con cura a tutte le esigenze e intolleranze al cibo comunicate. E la varietà di vini proposta meritava di trascorrere più tempo all’interno.

Non partire impreparato, noleggia il seggiolino da tavolo, leggero e adattabile a tutti i tipi di sedia, perfetto per i pasti fuori al ristorante.

Dopo il pranzo ci siamo spostati in albergo, l’hotel Airone sempre a Zafferana Etnea. Non conoscevo la struttura e la presentazione all’arrivo mi era sembrata perfetta: la nostra camera regalava una vista da togliere il fiato.

Ma fatta eccezione per questo grazioso balconcino, in realtà in albergo non è andata così bene. La stanza era troppo piccola, mancava lo spazio per poggiare la valigia e l’armadio era davvero minuscolo. Non avevamo richiesto la culla perché Samuele dorme con noi nel lettone, ma in ogni caso non ci sarebbe entrata. Il bagno mancava di un piano di appoggio. Ci sono stanze più grandi, come la dependance, ma la nostra camera non era a misura di famiglia.

Trovo che sia un albergo perfetto per una coppia che cerca una pausa romantica: ottima pulizia, camere silenziose, hall accogliente con angolo bar per l’aperitivo. E poi il pezzo forte: la Spa, con percorso incluso tra i servizi del soggiorno. Io non ho potuto usufruirne avendo Samuele, ma il papà è riuscito a riservarsi 30 minuti di relax (che ho barattato con una lunga e piacevole doccia senza nanetto intorno).

Tra riposino e Spa, il pomeriggio lo abbiamo trascorso in albergo. In serata ci siamo accomodati nella hall e mentre sorseggiavamo prosecco, Samuele ha cenato. Lo staff del ristorante (che non abbiamo provato) è stato molto disponibile: ho fornito gli ingredienti e hanno preparato loro la pastina.

Per spostarti agevolmente da un posto a un altro noleggia il passeggino, puoi riceverlo direttamente in albergo.

Noi abbiamo cenato al ristorante I quattro archi, un incanto per gli occhi e per il palato. Purtroppo a causa della fredda serata non sono riuscita a fare una foto dell’esterno, posso proporvi questa presa dal loro sito, ma vi assicuro che la vegetazione rampicante che ricopriva l’intero prospetto con i colori dell’autunno era uno spettacolo unico.

Indispensabile prenotare il tavolo e precisate che siete con bambini così vi riserveranno uno spazio comodo nel primo livello. Sulle pietanze non saprei davvero cosa consigliarvi perché era tutto buonissimo, dalle costolette di agnello allo stufato di vitello fino allo stinco di maiale. Una cosa però non dovete assolutamente perdere: il dessert alle castagne, credo che sia il dolce più buono che abbia mai mangiato.

Per i bambini propongono un menù semplice con pasta al sugo e cotoletta e patatine. Considerate che la pasta è quella fresca fatta in casa quindi se i vostri bambini non gradiscono la consistenza callosa chiedete la pasta normale o passate direttamente al secondo piatto.

Se viaggi con un neonato scegli le pappe pronte Mamma M'Ama, perfette per il viaggio.

E con qualche chilo di ciccia in più siamo andati a nanna. La mattina colazione in albergo e poi passeggiata in auto fino al rifugio Sapienza sull’Etna. Nonostante fossimo in autunno la temperatura era davvero bassa, almeno se confrontata a quella di Palermo. Quindi munitevi di giubbotti e cappellini.

Dopo una cioccolata calda e qualche chiacchiera ci siamo diretti alla cantina Barone di Villagrande e questa è stata la vera chicca family friendly del weekend. Un posto immerso nella natura, con uno spazio ideale per il gioco dei bambini.

Anche la visita iniziale che ci hanno proposto è stata un momento piacevole per i più piccoli, particolarmente stupefatti alla vista delle gigantesche botti di vino.

Il pranzo è stato di gran classe, piatti ricercati e singolari accostamenti di materie prime molte povere, come la pasta con ricotta e pomodori essiccati (le chiappe di pomodoro siciliane). Durante il pranzo abbiamo degustato 5 diversi vini (questo forse non è proprio a misura di famiglia ma è stato molto piacevole, comunque abbiamo avuto tutto il tempo post pranzo di smaltire l’alcool).

I bambini hanno gustato anche loro un menù completo con antipasto di prosciutto, pasta al pomodoro e cotoletta con patatine. La sala per il pranzo è al piano terra, con spazi comodi in cui i bambini hanno potuto giocare. Disponibile il seggiolone e il bagno (grandissimo, si può entrare tranquillamente con il passeggino) è fornito di comodo fasciatoio.

Adesso si torna a casa. Programma la tua vacanza in leggerezza e noleggia adesso i prodotti su Kidsinsicily

 

 

 

Scelti per te